Un grande Livorno sbatte sulla sfortuna: con la Pianese termina 1-1

Gli amaranto giocano una grande partita e creano tante occasioni, ma i bianconeri strappano il pareggio

Una gara importantissima, quella di oggi, in casa contro la capolista Pianese. Gli amaranto, secondi a -1 dai bianconeri, hanno la possibilità di scavalcarli in classifica e di salire in vetta. Ma alla fine sarà 1-1, nonostante una partita giocata alla grande dal Livorno con tante occasioni da gol non sfruttate.

Rispetto alla vittoria di Seravezza, mister Fossati punta su Curcio e Bellini al posto di Schiaroli (squalificato) e Sabattini. Fin dall’inizio l’agonismo fa da padrone: gli amaranto giocano meglio e spingono sull’acceleratore, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio grazie a un destro dal limite di Remy. Il Livorno non demorde e continua a creare, colpendo un palo clamoroso con una splendida rovesciata di Curcio da pochi passi. Al 60′, dopo vari tentativi andati a vuoto, arriva il meritato pareggio: assist di Giordani per Rossetti che batte De Fazio in diagonale e trova il secondo gol consecutivo al Picchi. Nei minuti finali i ragazzi di mister Fossati – nel frattempo espulso per proteste – tentano il tutto per tutto, ma non riescono a trovare il secondo gol. La sfida termina dunque in parità, ma i segnali sono davvero incoraggianti in vista delle ultime 8 partite: la prossima sarà sul campo del Follonica Gavorrano, divenuto nel frattempo capolista.

US LIVORNO-PIANESE 1-1
MARCATORI:
24′ Remy (P); 60′ Rossetti (L).
US LIVORNO (3-5-2): Facchetti; Carcani, Tanasa, Curcio; Camara, Bellini (88′ Likaxhiu), Luci, Nardi, Goffredi (57′ Savshak); Giordani (76′ Luis Henrique), Rossetti (86′ Tenkorang). A disposizione: Albieri, Ronchi, Menga, Frati, Brenna. All. Fabio Fossati.
PIANESE (3-4-2-1): De Fazio; Morgantini, Polidori, Lo Porto; Boccadamo, Proietto (72′ Lulli), Simeoni, Remy; Mastropietro (63′ Kouko), Ledonne (72′ Falconi); Mignani. A disposizione: Iurino, Monanni, Di Martino, Di Mino, Tognetti, Bramante. All. Fabio Prosperi.
ARBITRO: Carlo Esposito di Napoli.
NOTE: angoli 9-4; ammoniti Giordani, Proietto, Carcani, Remy, Mignani, Luci e Tanasa.